I personaggi di Game of Thrones disegnati in stile Disney

In passato avevo trovato un artista che aveva reinterpretato i personaggi di Game of Thrones nello stile visivo di Tim Burton (link qui). Ora invece ho trovato un blog su Tumblr chiamato Like a Disney Sir dove due autori francesi, Greg e Amélie, hanno fatto la stessa cosa con i classici tratti della Disney. Per approfondire almeno su uno dei due autori, il blog di Amélie lo trovate qui.

Dunkirk di Nolan rimontato come un film muto

Esiste un canale su YouTube chiamato Like Stories of Old dedicato alla critica cinematografica. L’autore si chiama Tom van der Linden ed è, come si intuisce facilmente, olandese. Nell’esaminare Dunkirk, l’ultimo film di Christopher Nolan, Tom ha voluto provare a rimontarne le scene senza parlato per confrontarlo con i film muti che Nolan stesso aveva citato come ispirazione del film. Così Tom ha iniziato a tagliare un po’ i dialoghi, a cambiare il formato (che nel nuovo video è in 4:3), a modificare i colori, a selezionare e rimontare le scene, ad aggiungere i testi. Il risultato ha sorpreso perfino lui: dalla colonna sonora alla rapidità dei movimenti, tutti i segni distintivi dell’era del cinema muto erano già lì.

Dalle parole di Tom: «Questo mio progetto è diverso da qualsiasi cosa abbia mai fatto prima. Doveva essere un video-saggio sulla narrativa visiva di Dunkirk e si è trasformato in quello che è di gran lunga il mio video più sperimentale. Tutto è iniziato quando ho rimontato alcune scene da Dunkirk in uno stile cinematografico muto per confrontarlo con i film muti che Nolan ha menzionato come sue ispirazioni. Sono rimasto sbalordito da quanto questo stile mettesse in evidenza il potenziale narrativo delle immagini del film, sia nel ritrarre i conflitti minori che nel raccontare la storia nel suo complesso. Quest’ultimo punto è stato un’interessante sfida per il mio video-saggio: se la traduzione di singole scene è relativamente facile – molti film recenti contengono momenti di ottima narrazione visiva – è più difficile trovare opere che potrebbero essere trasformate in un film muto nella loro interezza continuando a funzionare. Credo che Dunkirk sia una di queste».

Il lavoro di Tom dura 8 minuti, così da evitare problemi con i diritti di copyright, ma bene o male racchiude la trama basilare del film.

Un fan sta facendo il remake degli effetti speciali del film Dune di Lynch

Mi è capitato sotto gli occhi casualmente il lavoro di Sasha Burrow, un artista degli effetti speciali della società Asylum. Parliamo dell’azienda che produce i film della serie Sharknado, roba trash in cui un uragano riversa frotte di squali famelici per le strade di Los Angeles. Roba così trash da meritare un posto d’onore nel suo genere

Ma al di là del suo lavoro, Burrow è un fan del film Dune diretto da David Lynch nel lontano 1984. Anche se resta uno dei miei film preferiti, ad oltre vent’anni di distanza da quando fu girata, la pellicola mostra tutto il peso del tempo trascorso, soprattutto sul fronte degli effetti speciali. Che in un film di fantascienza sono la componente che più di ogni altra patisce il progresso della tecnologia ed il mutare del gusto del pubblico. Burrow sta tentando di rinverdire il film grazie alla sua esperienza nel settore. Ha chiamato il suo progetto Dune Special Edition e ci sta lavorando come hobby dal 2009.

Ammetto che trovo notevole il suo tentativo. Non parliamo di un lavoro banale. Scorrendo il sito in cui illustra i suoi progressi (lo trovate qui) possiamo veramente capire le difficoltà che deve affrontare e la passione che ci mette. A me però questo tentativo non piace tanto. Non ne faccio una questione estetica – che il work in progress di Burrow piaccia o meno è una mera questione di sensibilità e gusto personali – ma una questione filosofica. Il Dune di David Lynch è un classico della filmografia mondiale. Magari poco conosciuto dalle masse perché datato, ma nonostante questo parliamo sempre di un’opera complessa, girata da un regista ispirato. Solo il regista potrebbe dire la sua, un po’ come fecero Spielberg e Lucas quando decisero di rinnovare l’aspetto della trilogia di Star Wars aggiungendo oggetti nella scenografia ed aggiornando le esplosioni nello spazio.

Penso che sia arrivata invece l’ora di provare a girare veramente un nuovo film del mastodontico capolavoro di Frank Herbert. Ancora riverbera nella fantasia di molti il tentativo fallito di Jodorowsky, che già nel 1974 aveva tentato di portare sugli schermi Dune (ne avevo scritto qui) coinvolgendo artisti del calibro di Giger, Moebius, Dalì, Orson Wells e tanti altri big del tempo. Adesso con la potenza raggiunta dalla CGI e la possibilità di avere una definizione dell’immagine in 4k potrebbe essere arrivato il momento giusto, no?!?

Se Game of Thrones fosse un anime

Per tutti gli amanti della serie televisiva di Game of Thrones ho trovato questa animazione che immagina come sarebbe stato il promo se GoT fosse stato un anime giapponese.

Il video è opera di Malec. Malec è un artista francese. Vive e lavora a Tokyo con la sua compagna Kirika, che non è giapponese, bensì coreana. La loro è una produzione artistica che sprizza di buon umore, dove trovano albergo sicuro stupidità, tenerezza, amore per il genere trash e risate. Li trovate qui ospitati dal sito francese Turbo Interactive, oppure qui su Facebook. Hanno da poco pubblicato il loro primo libro a fumetti: Le Monde à Malec. Paris, Tokyo, Internet. per i tipi delle Editions Delcourt. Un libro che, come sottolineano loro due, è un concentrato di sole levante, internet e di shock culturale!

I personaggi di Game of Thrones disegnati in stile Tim Burton

Grazie ad un sito di fan del Trono di Spade (link qui) ho scoperto un artista di nome Andrew Tarusov. Tarusov è nato in Russia ma si è ormai stabilito da tempo a Los Angeles. Ha collaborato con Disney, Cosmopolitan, Rolling Stones e con la 20th Century Fox. Molto bravo, normalmente Tarusov disegna pinup. Ma ha anche un notevole talento per reinterpretare in stile Tim Burton i personaggi della Disney, i supereroi Marvel e… i protagonisti della famosa saga televisiva di cui sopra. Qui sotto ve ne metto qualcuno. Se voleste acquistare le sue opere potete farlo a poco prezzo qui.