Skip to content

Archive for:

Recensioni Libri

Recensioni Libri

The Passenger – Giappone

The Passenger è una raccolta di inchieste, reportage letterari e saggi narrativi che formano il ritratto della vita contemporanea di un paese e dei suoi abitanti. Ne avevo sentito parlare e, visto che son tornato da poco dal Giappone, ho pensato bene di acquistare il numero dedicato al Paese del Sol Levante. La formula di […]

Recensioni Libri

Un americano alla corte di Re Artù

Aver letto questo libro da piccolo, molto probabilmente in quelle edizioni ridotte che andavano di moda al tempo per avvicinare alla lettura i ragazzi senza il rischio di tediarli. Mi erano rimaste nella memoria due scene, una all’inizio del romanzo ed una alla fine. Ma della storia in sè non ricordavo nulla, così ho deciso […]

Recensioni Libri

Furore

Furore – anche se trovo così affasciante il titolo originale The Grapes of Wrath – è un romanzo del 1939. Steinbeck ci racconta una delle più brutte pagine della storia d’America. Ambientato durante la Grande Depressione, il romanzo ci descrive gli effetti provocati non solo dalla siccità, ma anche dal lavoro dell’uomo che ha sfruttato così […]

Recensioni Libri

Cent’anni di solitudine

Cent’anni di solitudine è il libro più famoso di Gabriel Garcia Marquez. In quest’opera Marquez ci racconta la saga della famiglia Buendìa, una saga familiare che è un tutt’uno con la storia del villaggio di Macondo, trasposizione fantastica della storia della Colombia, patria di Marquez. L’abilità di Marquez consiste nell’essere riuscito a condensare i temi […]

Recensioni Libri

Nessuno scrive al colonnello

Nessuno scrive al colonnello è uno dei racconti di Gabriel Garcia Màrquez che fanno parte del microcosmo che gravita intorno a Macondo. Brevissimo, un centinaio di pagine, per chi ne conosce la scrittura ed il ritmo la mano dell’autore si riconosce subito, fin dalle prime righe del libro. Anche se resta forse una delle sue […]

Recensioni Libri

Autostop con Buddha

Will Ferguson è uno scrittore canadese (link qui) ed ha passato i suoi primi due dei suoi cinque anni in Giappone insegnando inglese nei licei delle isole Amakusa, nel profondo sud dell’arcipelago. Da lì una primavera decide di percorrere in autostop il Giappone dalla sua punta meridionale (Capo Sata) a quella settentrionale (Capo Soya) seguendo […]