Skip to content

Credevamo di spendere meno

Interessandomi del depuratore consortile ho scoperto come, a volte, converrebbe economicamente gestirsi da se anzichè affidarsi alla comunità.

Fin’ora l’obiettivo principale, condiviso, degli abitanti di questo quartiere era la cessione delle opere di pubblica utilità al Comune. I collaudi dei lotti funzionali sono previsti dalla convenzione di costruzione del quartiere ed il loro iter è stato accelerato nei tempi grazie all’opera del CdQ. Tra due anni – nel 2012 quindi – strade, illuminazione, depuratore, fogne, passeranno al Comune di Roma, cui ne spetterà la gestione e la manutenzione.

In linea di massima un grande vantaggio per tutti noi, perchè ora paghiamo due volte questi servizi: con le tasse contribuiamo alla manutenzione delle opere pubbliche della città, con le rate consortili garantiamo la manutenzione delle nostre.

Con un’eccezione però: il depuratore! Cedendolo, pagheremo di più.

In questi anni i nostri amministratori detraggono una quota dalla bolletta dell’acqua, proprio perchè noi ci depuriamo per conto nostro le acque reflue. Ceduto il depuratore tale detrazione non sarà più possibile.

Verrebbe da pensare che la quota per tale servizio resterà invariata. Prima pagavamo – mi invento una cifra come esempio – 10 euro nella rata consortile destinati alla depurazione. Poi pagheremo questi 10 euro nella bolletta dell’acqua.

Invece no! Pagheremo, che so… 15 euro. Perchè? Ora noi paghiamo solo i costi vivi della manutenzione. In futuro il Comune di Roma darà il depuratore in gestione ad ACEA. Ed ACEA è una S.p.A., un’azienda con fini di lucro. ACEA ci solleverà dalle preoccupazioni, dal pensiero di dover gestire il depuratore. Ma ci farà pagare più di quanto paghiamo adesso la depurazione, proprio perchè il fine di una S.p.A. è ottenere guadagno.

Certo il risparmio complessivo che avremmo tra due anni non dovendo più pagare due volte strade ed illuminazione sarà importante. Sono restato comunque colpito da questo risvolto sulla bolletta dell’acqua.

CategoriesGdR