Un po’ di saggistica ogni tanto non fa male e sono tornato ad una passione di gioventù: il Medioevo. E quale guida migliore avrei potuto scegliere se non quella di Jacques Le Goff? Nato nel 1924 e venuto meno nel 2004, Le Goff ha lavorato come docente e saggista tra la Francia e l’Italia affermandosi come uno dei maggiori esperti del settore.
L’uomo medievale consta di una interessantissima prefazione di Le Goff stesso e di una serie di capitoli, ognuno scritto da un autore differente, dedicati a svariate figure della società medievale. Anche se non esaustivo – ma sarebbe impossibile esserlo per qualunque opera dedicata ad un periodo così lungo e variegato – il saggio ci presenta un affresco notevole dei secoli in esame. Note negative? Beh… la struttura stessa dell’opera ne evidenzia la intrinseca fragilità. Al di là dell’interesse indubbio di ogni capitolo, i diversi stili e ritmi di scrittura degli autori rendono la lettura a volte poco scorrevole. Resta comunque un’opera notevole e consigliabile a chi volesse scoprire quanto ci sia di vero o di inventato dietro le trame di tanti romanzi storici o fantasy ambientati nei “secoli bui”.

You may also like