SPIN WIDE SHOTS di collettiva

Marzo 2019 a Roma è protagonista di una manifestazione organizzata da FARO, Associazione senza scopo di lucro che unisce fotografi professionisti, operatori del settore e amanti della Fotografia della città di Roma: il Mese della Fotografia di Roma (MFR2019). Durante questo mese, con maggiore concentrazione nei weekend, i visitatori potranno partecipare gratuitamente a mostre, incontri con gli autori, momenti didattici, seminari ed altri eventi legati all’arte della fotografia analogica e digitale. L’idea di fondo è che l’unione delle forze e il lavoro collaborativo (e non concorrenziale) tra gli operatori del settore, possa portare in tempi brevi a trovare idee migliori per raggiungere migliori risultati. Sul sito (link qui) o sulla pagina Facebook (link qui) trovate il calendario degli eventi.

Un collettivo di fotografi ha esposto le sue foto all’interno degli spazi comuni dello Spin Time Labs, una sede occupata ex INPDAP. Scena all’ingresso col ragazzo della reception:

IO: sono qui per una mostra fotografica

LUI: qui c’è solo un’osteria

IO: mah… guardi (apro sul cellulare la pagina dedicata alla mostra sul sito del Mese della Fotografia a Roma)

LUI: (dopo averci riflettuto un po’) mah… ci sono delle foto esposte in giro

IO: appunto: una mostra fotografica

LUI: La accompagno!

Sarà per la mancanza di informazioni e per la mia ritrosia ad avventurarmi in giro più di tanto per il complesso, forse mi sono perso parte della mostra distribuita. Comunque qualcosa ho visto e, di quello che ho visto, ho apprezzato le foto di Pierluigi Zolli (link qui) riunite sotto il titolo S.C.P. (Senza Casa Propria): L’incontro con oggetti d’uso comune che tutti noi pensiamo forse siano gettati o abbandonati invece sono fondamentali per qualcun’altro, è l’oggetto che da principio al concetto di casa.

You may also like