Qualche foto dal Casentino

Ho passato un weekend ad Arezzo e dintorni. Abbiamo visitato il Castello di Poppi ed il Santuario di La Verna. Il Castello di Poppi è famoso perché fu nei suoi pressi che si svolse la Battaglia di Campaldino tra Guelfi e Ghibellini (tra le truppe anche Dante Alighieri e Cerco Angiolieri). La Verna era invece uno dei romitori in cui san Francesco passava lunghi periodi di ritiro spirituale dormendo in una grotta. E fu proprio a La Verna che Francesco chiese di provare un po’ dell’amore e del dolore che Gesù Cristo sentì nei momenti della crocifissione, ricevendo le stigmate. Il tempo a valle era piovoso, mentre salendo al Santuario siamo stati accolti da una bella nevicata che ha reso veramente magica la nostra visita.

L’insula del Vicus Caprarius

Sabato con degli amici eravamo nel centro storico di Roma e abbiamo dedicato un’oretta di tempo alla visita di una zona archeologica nel sottosuolo della Fontana di Trevi. Pochi forse lo sanno, ma dal Vicolo del Puttarello si può accedere ai resti di un’insula romana – l’equivalente del nostro condominio – emersa durante i lavori di ristrutturazione dell’ex Cinema Trevi. Parliamo di un complesso edilizio di epoca neroniana, che subì profonde trasformazioni in epoca adrianea e che in ultimo fu modificato anche in epoca medioevale.

Avevo già visitato per caso questo sito. Ero con altri amici qualche anno fa a Fontana di Trevi e del tutto casualmente avevamo letto la targa recante la scritta “Area Archeologica”. Era stata una visita fugace durata poco tempo. Ma come sempre la presenza di una guida competente ed appassionata rende queste esperienze complete ed appaganti. Abbiamo potuto apprezzare le differenze tra i vari strati edilizi di epoca romana e medioevale. Abbiamo potuto comprendere appieno come la struttura romana fosse stata nel tempo migliorata e modificata per adattarsi alle nuove esigenze della proprietà. Per chi volesse approfittarne la guida, Chiara, ha un gruppo su Facebook su cui pubblicizza le visite che organizza. Lo trovate qui.

Read More

Little Turtle Parking

tartarughina_orig

Oggi mentre attendevo un medico per lavoro a Trigoria – una zona periferica di Roma, a ridosso della campagna e dei campi arati – ha fatto la sua comparsa nel parcheggio di fronte lo studio una tartarughina. Piccola e timida si ritraeva nel suo guscio quando mi avvicinavo per farle un primo piano con l’iPhone. Probabilmente era uscita da uno dei tanti giardini delle ville lungo la via dove eravamo. Le ho fatto varie foto, ma quella che più mi è piaciuta è questa, vicina ad una delle strisce del parcheggio 😄

 

iPhone 7

Checchè ne pensiate di Apple e dei suoi prodotti, bisogna sempre ammettere che la pubblicità la sanno fare! Questa pagina con il parallax scrolling e la luce che scorre sui bordi dell’iPhone nero lucido fa venire voglia di averlo!

iphone7

Prisma

Prisma è una app fotografica gratuita comparsa da poco sull’App Store di Apple. Ed è né più né meno che un piccolo gioiellino. Prende una vostra fotografia e la trasforma ispirandosi agli stili visivi di artisti o  quadri famosi. Da Van Gogh a Picasso, fino a Mondrian. E’ pensata per la pubblicazione su Instagram, quindi siamo costretti a ritagliare l’immagine in un formato quadrato. L’unica pecca che ho ragguagliato al momento è che l’elaborazione avviene sui server dello sviluppatore, quindi senza connessione internet non funziona. Mi sta piacendo molto e spero in un futuro aggiornamento (che immagino sarà a pagamento) che permetta l’elaborazione offline e magari anche la rimozione del watermark.

Qui sotto qualche esempio delle sue potenzialità, partendo dalla foto originale.

Al roseto con l’iPhone

Lo scorso weekend ho fatto un veloce salto al Roseto Comunale per salutare due amiche. Non potevo trattenermi molto, quindi ci siamo visti per ora di pranzo. Non avevo portato la reflex, visto che mi sarei trattenuto poco. Peccato, perché la sezione dedicata alle rose da concorso stavolta era aperta ed avrei fatto faville col mio cinquantino Sigma. Quindi non aspettatevi dei bei bokeh come nella mia precedente visita (link qui). Ho fatto qualche foto con l’iPhone, che comunque si è difeso per quel che poteva.