Da Open Software ad Open Web

Miguel de Icaza è il cattivo ragazzo di Linux. E’ quello che dopo aver contribuito a sviluppare GNOME s’era messo a realizzare MONO, il porting per Linux e Os X della infrastruttura .NET di Microsoft. Nulla di male, anzi utile. Ma vallo a spiegare ai puristi dell’open source.

Miguel de Icaza è un ragazzo – odio ragazzo, ha un anno più di me… è un ragazzo, dicevo, intelligente. E ha scritto un post molto interessante sul suo blog. L’ha intitolato What Killed the Linux Desktop.

Read More

Wiki Mandriva tutto nuovo

In tempi di deriva Ubuntuista, i Mandriviani non dormono, anzi….

La wiki di Mandriva in italiano ha subito un totale rifacimento, con una nuova pagina principale, una nuova barra laterale, un nuovo sistema di navigazione del sito. Dateci un’occhiata e… passate a Mandriva! 🙂

L’araba fenice

pollycoke wait

Risorge Pollycoke, seguitissimo – da me, ma non solo – sito di gossip e polemiche e notizie ed idee sul sofware libero.

Cambiato l’indirizzo, dopo aver venduto il .net e ricomprato il .org, a breve Felipe dovrebbe riprendere a deliziarci con le sue variegate opinioni su Linux e KDE.

Il countdown prosegue…

Chromium web browser

Eccomi quì a scrivere una recensione su Chromium, la versione open source di Google Chrome.

La differenza pratica tra Chromium e Chrome per me è che su Mandriva il primo è nei repository ufficiali1 cosa che mi permettere di gestire gli aggiornamenti allo stesso modo di tutte le altre applicazioni. Chrome invece avevo dovuto scaricarlo come .rpm dal suo sito e avrei dovuto controllare personalmente il rilascio di nuove versioni.

Altre differenze tra i due, licenza a parte, non ve ne sono. Per Linux è a disposizione una versione 4 beta, l’unica che permette la gestione delle estensioni.

Sono un vecchio utente di Firefox e non pensavo di lasciarlo. Chromium invece m’ha stupito. Certo un volta installato è un po’ minimale – bisogna intuire che tenendo premuto il pulsante Indietro si potrà accedere ad una cronologia breve – ma installando qualche estensione si risolve il problema.

Rapido nei tempi d’avvio, veloce nel caricare le pagine web. Molto comoda la funzione new tab. Quando si apre una nuova tab, anzichè una pagina bianca abbiamo 8 miniature delle pagine più visitate, con la possibilità di bloccarle per averle sempre lì da cliccare.

Sia le tab che le estensioni vivono in processi separati. Se uno va in crash il resto non ne risente. Le estensioni poi si installano e disinstallano senza dover riavviare il browser.

Comoda anche la omnibar, barra degli indirizzi/barra del motore di ricerca.

E’ integrata con Google così funziona anche per conversioni e altre utility fornite

Parlando di estetica è stata introdotta anche una galleria di skin d’artista, in concorrenza a Personas di firefox.

Insomma, è qualche giorno che lo sto usando e mi sto trovando molto bene. Leggo sul web che a livello di consumo risorse sarebbe più pesante di Firefox, proprio perchè gestisce separatamente le varie tab. Io però difficilmente ho troppe tab aperte e poi anche Firefox stà lavorando per una gestione similare dei tab.

In conclusione: ho cambiato browser!

- Note all'articolo
  1. chiamato chromium-browser, da non confondere con Chromium, uno sparatutto []

Nepomuk funziona

O almeno, per ora, funzionicchia, su Mandriva 2010.

nepomukpaoloIntanto per riuscire a farlo funzionare ho dovuto partire da zero, con un profilo nuovo di zecca. E quì m’ha aiutato un recente disastro a cui sono sopravvissuto solo grazie al mia hard disk esterno.

Read More

Blogilo

Stavo leggendo l’annuncio del rilascio di KDE 4.4 beta1, anzi, come ormai si chiama dopo il riposizionamento del brand, della KDE Software Compilation 4.4 beta1. Uff… che fatica a pronunciare tutto ‘stò nome… 🙂

Tra le nuove applicazioni si citava un certo Blogilo, un client per pubblicare in remoto sul proprio blog.

blogilo

Mi sono incuriosito e ho voluto provarlo.

Read More